Unipomezia, è tornato il sorriso: travolto il Civitavecchia al Tamagnini

CIVITAVECCHIA – UNIPOMEZIA 1-4

CIVITAVECCHIA Pancotto, Funari (49’st Bellumori), Gravina, Bevilacqua, Fatarella (26’st Amato), Leone, La Rosa, Serpieri, Gandolfi (31’st Palumbo), Ruggiero, Cerroni PANCHINA Nunziata, Veronesi, Grossi, Marini, Biferali, Franceschi ALLENATORE Caputo

UNIPOMEZIA Chiriac, Tounkara, Casciotti (14’st Albanesi), Rambaldo, Renelli (28’st Quero), Romondini (26’st Valle), Rosano, Ganci (26’st Busto), Nsumbu PANCHINA Francabandiera, Perocchi, Marchetti, Marullo, Morelli ALLENATORE Bolzan

MARCATORI Adamo 4’pt (U), Ganci 9’pt e rig. 34’pt (U), Cerroni rig. 16’pt (C), Nsumbu 44’pt (U)

ARBITRO Drigo di Portogruaro

ASSISTENTI Lanzellotto e Bosco di Roma 2

NOTE Espulsi al 17’st Caputo (C), al 23’st Ruggiero (C) Ammoniti Renelli, Tounkara, Valle, Leone Angoli 6 – 5 Rec. 0′ pt – 5′ st

 

L’Unipomezia ritrova smalto e tre punti importantissimi nell’ostica trasferta di Civitavecchia: i rossoblù di Dario Bolzan travolgono i nerazzurri di Caputo 4-1. Gli ospiti partono fortissimo e dopo 4′ sono già in vantaggio: Ganci serve Adamo, conclusione col destro e palla in fondo al sacco. Passano pochi minuti e l’Unipomezia trova anche il gol del raddoppio: stavolta è Ganci ad imitare il proprio compagno di squadra bucando Pancotto più o meno dalla stessa posizione. Prima dello 0-2 il Civitavecchia si era reso pericoloso con Ruggiero che però stampa sulla traversa. I nerazzurri reagiscono al quarto d’ora e Cerroni su rigore riapre la partita. Ma superata la mezz’ora gli ospiti ristabiliscono le distanze sfruttando la grave ingenuità di Leone che commette fallo di mano in area di rigore. Dal dischetto trasforma uno scatenato Ganci. L’Unipomezia chiude definitivamente i conti prima del duplice fischio finalizzando un contropiede perfetto con Nsumbu. Nella ripresa la Vecchia resta in dieci per l’espulsione di Ruggiero e nel finale Adamo sfiora la doppietta centrando il palo.

CONDIVIDI

POST CORRELATI