Under 14, il rush finale. Intelligenza carica: “Battiamo la Dreaming”

Salutate le festività pasquali, è tempo di recuperare le ultime energie fisiche e mentali per l’ultimissimo scampolo di stagione. Un finale incandescente è quello che attende l’Under 14 dell’Unipomezia. I classe 2005 rossoblù possono ancora ambire alla seconda posizione, con la capolista Dreaming Football Academy che ha già vinto il girone A con abbondante anticipo. E sarà proprio la prima della classe la prossima avversaria della squadra allenata da mister Paolo Intelligenza. Parola al tecnico dell’Unipomezia il quale riparte dall’ultima gara, prima della sosta, con l’Unicusano pareggiata per 1-1. “Nell’ultima partita abbiamo dominato letteralmente il primo tempo e se saremmo rientrati negli spogliatoi in vantaggio di tre gol non avremmo rubato nulla. Siamo andati in vantaggio ma poi abbiamo subito il loro ritorno soprattutto nel secondo tempo. I ragazzi avevano speso tantissimo nel primo e un po’ siamo calati complice anche il gran caldo. Comunque, alla fine il punto conquistato ci può stare, ho detto più volte che l’Unicusano è la squadra che meglio gioca a calcio dopo la Dreaming e dunque ci teniamo il pareggio”. Come anticipato, il calendario ha riservato all’Unipomezia un finale da cardiopalma con Dreaming, Vivace Furlani, Cisco Collatino e Trigoria. “Sì, ci attende un finale da brividi – conclude Intelligenza – Ad iniziare dalla prossima partita di sabato contro la capolista Dreaming. Loro sono già sicuri dei Regionali e quindi saremo noi che avremo tutto da perdere. Durante la sosta ci siamo preparati bene insistendo sul lavoro che abbiamo portato avanti dall’inizio dell’anno. I ragazzi sono sempre più consapevoli delle loro potenzialità ed anche nella seduta di ieri ho visto nei loro occhi tantissima voglia e determinazione per questa importantissima partita. Noi siamo una squadra abituata ad attaccare sin da subito e ad imporre un gran ritmo basato su tanto possesso palla. Ma sabato incontreremo una squadra che soprattutto in difesa è molto ben messa e dunque ho detto ai ragazzi che servirà una prova di pazienza, senza l’esasperazione di indirizzare subito la gara in nostro favore. Vincere sabato ci darebbe una bella spinta principalmente a livello mentale in vista delle altre tre, difficilissime, partite. Noi ci crediamo ed aspetteremo la Dreaming per ottenere i tre punti”.

CONDIVIDI

POST CORRELATI