Poker di Delgado: l’Unipomezia espugna Artena

VIS ARTENA Fortunati, Moriconi (29’st Compagnone), Babusci, Rossi, Tamburlani, Binaco, Cestrone, Trinchi (29’st Capanna), Monteforte (22’st Basilico), Valentino, Lalli (12’st Laurenti) PANCHINA Bartolelli, Scala, Spiezio ALLENATORE Punzi

UNIPOMEZIA Santi, Franceschi, Feraiorni, Savone (39’st Porzi), De Santis, Ilari, Spaziani, Ciaramelletti (31’st Ugolini), Tozzi, Valle (1’st Lupi), Delgado PANCHINA Scalibastri, D’Ambrosio, Tajani, Mastrogiovanni ALLENATORE Cangiano

MARCATORI Cestrone 9’pt (V), Delgado 19’pt, 16′, 28′ e 33st (U), Trinchi 35’pt (V), Tamburlani 44’pt (V), Lupi 23’st (U), Compagnone 30’st (V)

ARBITRO Gangi di Enna

ASSISTENTI Rastelli di Ostia e Civilini di Tivoli

NOTE Ammoniti Tamburlani, Rossi Valentino, Delgado Angoli 0-3 Fuorigioco 5-7 Rec 3’pt – 3’st

 

Una partita interminabile, bellissima, fuori controllo. Vince l’Unipomezia quando l’Artena sembrava ormai destinata a prendere i 3 punti e la testa della classifica. Un primo tempo con i rossoverdi positivi, poi la strepitosa rimonta pometina guidata da un Delgado in formato monstre. 4 gol, dopo i 3 di domenica scorsa. Con un attaccante così la D è possibile. L’Artena passa subito in vantaggio. Valentino sfonda sulla sinistra e, arrivato sul fondo, regala un pallone a Cestrone che non può far altro che infilarlo alle spalle di Santi. L’Unipomezia ha il merito di non perdere la bussola del match e con calma prova a spingersi dalle parti di Fortunati. Per arrivare al pareggio, però, ci vuole una giocata personale. Delgado al 19′ pennella una punizione fantastica che fissa l’1-1. Il nuovo vantaggio dei locali al 35′ quando Binaco apre in maniera splendida sulla destra per Cestrone che affonda e mette dentro per Trinchi. Piattone del centrocampista e 2-1. Passano 9 minuti ed arriva il tris di Tamburlani. L’Unipomezia ha fretta di rientrare in partita, Cangiano inserisce Lupi, ma il 3-2, che arriva al 16′ della ripresa, porta la firma di Delgado. Ancora una punizione magistrale (da circa 20 metri defilato sulla destra) e palla che si infila all’incrocio dei pali. Il pareggio arriva al 22′. Ilari con mestiere ruba palla ad un avversario e va via sulla destra. Palla davanti la porta per Lupi che non sbaglia. Unipomezia in palla e che raggiunge il sorpasso ancora con Delgado. Diagonale terrificante dal lato corto destro dell’area che fa esplodere di gioia i tifosi ospiti. La festa dura però pochissimo perché Compagnone, appena entrato in campo, si infila in area sul pallone di Basilico e tutto solo davanti a Santi firma il 4-4. Ma in campo c’è un Delgado straordinario. Altra punizione che si infila all’incrocio dei pali per il clamoroso 5-4 pometino.

CONDIVIDI

POST CORRELATI