L’Unipomezia intravede la semifinale: tris in casa del Cynthia

COPPA ITALIA ECCELLENZA – QUARTI DI FINALE (GARA DI ANDATA)

CYNTHIA – UNIPOMEZIA 1-3

CYNTHIA Sciarra, Cannillo (38’st Fabiani), Guadagnini, De Angelis (13’st Gabrieli), Massimiani, Alongi, Nanni (25’pt Giordano), Silvagni, Ceccarelli, Lukaj (1’st Fortuna), Menestrina (13’st Galli) PANCHINA Peri, Galli, Marsinano, Belardi, Marchionni ALLENATORE Franceschini

UNIPOMEZIA Francabandiera, Busti (17’st Perocchi), Casciotti, Tounkara, Albanesi, Romondini, Rosano, Gomez, Valle (42’st Busto), Palma (42’st Nsumbu), Morelli (20’st Laghigna) PANCHINA Chiriac, Marchetti, Rambaldo, Adamo, Renelli ALLENATORE Grossi

MARCATORI Morelli 6’pt (U), Ceccarelli 1’st (C), Laghigna 34’st rig. (U), Nsumbu 48’st (U)

ARBITRO Di Palma di Cassino

ASSISTENTI Passero e Palmigiano di Roma

NOTE Rigore parato al 42’st da Francabandiera (U) a Silvagni (C) Ammoniti Albanesi, Sciarra, Francabandiera Angoli 3-3 Fuorigioco 5-2 Rec. 0’pt-4’st

 

Risultato preziosissimo per l’Unipomezia nell’andata dei Quarti di finale di Coppa. La squadra di Grossi espugna infatti Genzano battendo 3-1 un comunque buon Cynthia. I rossoblù partono subito decisi e dopo un paio di occasioni mancate si portano in vantaggio al 6′: calcio di punizione battuto in area, Morelli stacca di testa e mette alle spalle di Sciarra. Lo stesso attaccante ci riprova poco dopo ma Sciarra stavolta si oppone. Al 12′ si vede anche il Cynthia con una rovesciata di Lukaj che termina sul fondo. Dopo una breve fase di stallo, torna pericolosa l’Unipomezia alla mezz’ora sempre con Morelli, che però manda a lato. Nella ripresa i castellani partono con un altro piglio e trovano subito il pareggio: bell’imbucata di Cannillo per Ceccarelli che davanti a Francabandiera firma il gol dell’ex. Al 5′ ospiti vicini al raddoppio con Morelli, stavolta fermato dalla traversa. Si arriva poi al 33′ con l’episodio che riporta in vantaggio l’Unipomezia: Sciarra travolge Laghigna ed è rigore. Dal dischetto lo stesso attaccante non sbaglia. Al 41′ penalty anche per i locali con Francabandiera che stende Fortuna. Dagli undici metri va Silvagni ma il portiere si riscatta e si oppone alla conclusione. Nel finale l’Unipomezia cala il tris con Nsumbu che di fatto chiude la sfida.

CONDIVIDI

POST CORRELATI