L’Unipomezia c’è! Tris in casa al Civitavecchia

UNIPOMEZIA – CIVITAVECCHIA    3-1

UNIPOMEZIA Savioli, Franceschi, Feraiorni, De Santis (37’st Ilari), Casciotti, Casavecchia, Porzi, Partipilo, Tozzi, Delgado (37’st Spaziani), Ceccarelli (26’st Lupi) PANCHINA Santi, Mastrogiovanni, Ramceski, Morelli ALLENATORE Cangiano

CIVITAVECCHIA Nencione, Iacomelli, Treccarichi, Gaudenzi, Gimmelli, Di Gioacchino, Cerroni (30’st Filangeri), De Santis, Di Fiandra, Marino (30’st Bezziccheri), Coco (29’st Sargolini) PANCHINA Gazerro, Verdone, Pontecorvi, Carlini ALLENATORE Fronti

MARCATORI 18’st, 23’st Ceccarelli (U), 20’st Tozzi (U), 25’st De Santis (C)

ARBITRO Sanseverino di Latina

ASSISTENTI Intorre di Roma 1, D’Ottavio di Roma 2.

NOTE Ammoniti Di Gioacchino, Filangeri Angoli 4-2. Recupero 0’pt; 4’st

 

L’Unipomezia non molla la presa dalle posizioni di vertice e conquista un successo fondamentale con il Civitavecchia. Una gara ravvivatasi nella ripresa al Comunale di Pomezia dopo un primo tempo privo di particolari emozioni. Assente nell’Unipomezia Federico Valle, Cangiano si affida a Delgado, Ceccarelli e Tozzi in avanti. Nel corso della prima frazione di gioco il possesso palla è in modo evidente a favore della squadra di Cangiano che non riesce però a sfruttare questo supremazia territoriale. Il primo tempo si chiude quindi sullo 0-0 con la ripresa che invece regala grandi emozioni. Al 18’ grandissimo pallone recuperato a centrocampo da Partipilo che lancia per Tozzi, sponda per Ceccarelli che fredda Nencione per l’1-0 dell’Unipomezia. Appena due minuti più tardi al 20’ grandissima progressione palla al piede di Tozzi che di destro ad incrociare realizza il raddoppio con una rete di pregevolissima fattura. L’Unipomezia sembra essere sbloccata mentalmente e al 23’ realizza anche il tris: lancio lungo per Delgado che di prima serve Ceccarelli e doppietta personale per il bomber autore di 4 reti in 3 partite con la nuova maglia. Il Civitavecchia cerca di non capitolare e al 25’ De Santis accorcia le distanze con un destro potente da posizione ravvicinata. Non c’è più spazio per altre occasioni particolari da una parte e dall’altra con l’Unipomezia che amministra il doppio vantaggio e dopo 4 minuti di recupero conquista un successo importante per restare in scia delle primissime posizioni.

CONDIVIDI

POST CORRELATI