L’emozione di Valter Valle: “Dedicata a squadra, staff e alla mia famiglia”

Il sorriso stampato, la maglia con su scritto “… e storia sia!”, gli abbracci con lo staff, i giocatori, gli amici, la famiglia. Un giorno che scandisce i tempi della storia calcistica di Valter Valle e della sua Unipomezia, capace per il secondo anno consecutivo di riscrive la storia. Nel 2017 fu la prima a vincerla da neo promossa e iniziando il cammino dai preliminari, da oggi è la prima ad aver alzato al cielo la Coppa Italia per due stagioni di fila. Il numero uno pometino contiene a stento l’entusiasmo: “È bellissimo… bellissimo! Aver vinto per la seconda volta consecutiva è semplicemente bellissimo. Come è scritto sulle nostre maglie siamo entrati nella storia. Me lo sentivo, però sono scaramantico, anche le maglie celebrative le avevo lasciate in tribuna (ride, ndr). Però ero sicuro, i ragazzi erano carichi, poi siamo una squadra forte. Entrambe erano messe bene in campo, due grandi allenatori, due grandi gruppi. Si sapeva che sarebbe servito l’episodio, fortunatamente è capitato a noi e abbiamo vinto. L’allontanamento dalla panchina? L’arbitro ha avuto ragione, ho provato tanta gioia e sono corso a esultare con i ragazzi, ma non volevo creare problemi. A modo mio, come al solito. Dedico questo successo alla squadra, allo staff e alla mia famiglia, che con tanto amore portano avanti questi colori”.

CONDIVIDI

POSTO CORRELATI