La ricetta di Emanuele Morelli: “A Tivoli con orgoglio e grande serenità”

Finalmente l’appuntamento più atteso: arriva lo scontro frontale con la Tivoli al Galli. Domenica mattina l’Unipomezia andrà a far visita alla prima antagonista, almeno sulla carta, per la vittoria finale del campionato. Un big match che in alcun modo risulterà decisivo, al termine dei 90′ saranno passate soltanto sette partite e la strada sarà ancora lunghissima per entrambe. Una vittoria, però, aumenterebbe di certo la propria autostima e la consapevolezza, almeno per ora, di essere la più forte. Di sfide del genere ne ha vissute a bizzeffe, e presenta la prossima con l’umiltà e la serenità di un grande giocatore e simbolo di uno spogliatoio qual’è. Parola ad Emanuele Morelli che racconta le sensazioni in casa rossoblù. “Sappiamo di affrontare una squadra forte e che fino all’ultimo si giocherà questo campionato. La loro partenza a rallentatore non mi ha affatto destabilizzato, inoltre hanno preso un allenatore che conosco bene e tra i migliori in circolazione. Perciò dobbiamo avere rispetto ma al tempo stesso la consapevolezza che comunque andrà il campionato non finisce questa domenica. Paradossalmente mi preoccupano più altri tipi di partite e per esperienza posso dire che ho perso campionati sempre contro squadre cosiddette piccole piuttosto che con le grandi. Partite del genere si preparano da sole ed essendo soltanto alla settima giornata abbiamo affrontato la settimana come tutte le altre. Il messaggio che mando allo spogliatoio è di vivere questa sfida con orgoglio ma anche con grande serenità, consapevoli di essere un gruppo forte”.

CONDIVIDI

POST CORRELATI