Il messaggio del dottor Stazi: “Ragazzi, mantenete impegnata la mente”

L’emergenza Covid-19 non si è ancora attenuata e nei prossimi giorni si prevede il picco del virus in Italia. Una situazione che sta mettendo in ginocchio l’intero Paese che sta cercando di combattere questo singolare “nemico” con tutte le proprie forze. A mandare un messaggio di speranza, e a rassicurare in parte tutte le famiglie dell’Unipomezia, è il dottor Alessandro Stazi, medico sociale del club che sta vivendo l’emergenza in prima linea. Parola a lui. “Purtroppo la situazione è preoccupante e ci stiamo preparando per il picco previsto nei prossimi dieci-quindici giorni. Ma è anche vero che rispetto al Nord siamo in anticipo, lì si sono ritrovati in casa lo scoppio del contagio mentre qui abbiamo avuto un po’ più di tempo per organizzarci. In ogni caso, bisogna rispettare le regole stabilite e a livello di società ci siamo unificati con tutte le altre. Rassicuro l’Unipomezia considerato che tutti i nostri ragazzi stanno bene, dalla Scuola Calcio alla prima squadra. Adesso devono continuare a stare a casa e mando loro un messaggio importante: cercate di mantenere impegnata la mente magari allenandovi per conto vostro nei limiti del possibile, il cervello deve restare attivo perché soltanto così possiamo uscirne prima. Parlando da medico mi auguro una grande vittoria di tutti, dobbiamo rimanere compatti e vincere questa battaglia. Siamo un popolo forte e abituato a lottare. Vediamo lo sport come una liberazione, sperando di riprendere le varie attività in maniera esemplare. Siamo in continuo contatto con i nostri ragazzi e stiamo cercando di vivere il momento in maniera positiva. Invito tutti a seguire rigorosamente le disposizioni che ci sono state date concludendo con un grande in bocca al lupo a tutte le società e a chi, come me, sta lottando in prima linea”.

CONDIVIDI

POST CORRELATI