Giovanni Diana: “Adesso vinciamo il play out, dipende tutto da noi”

Nell’ultimo appuntamento della regular season, l’Unipomezia ha ottenuto un successo fondamentale per credere ancora nella salvezza. Salvezza che adesso passerà per il play out in casa della Virtus Nettuno. La formazione di Magrelli ha battuto 2-1 la Nuova Tor Tre Teste al Maniscalco chiudendo così al 14° posto in classifica generale. Play out che, per come si era messa all’inizio, rappresenta già un grande traguardo in casa rossoblù. Con l’arrivo di Magrelli in panchina c’è stata la scossa sperata e poco a poco l’Unipomezia si è rimessa in moto. A dare un prezioso contributo all’Under 19 nell’ultimo spezzone di stagione è stato il baby attaccante pugliese Giovanni Diana, sceso in aiuto dalla prima squadra pometina. Il classe 2000 afferma: “Sì, sono sceso a dare una mano considerato anche che con la prima squadra purtroppo è andata come è andata. Con la Juniores abbiamo raggiunto i play out ed ora daremo tutto per salvare la categoria. É stata importantissima la vittoria di mercoledì, abbiamo disputato una grandissima prestazione e soprattutto nel primo tempo non c’è stata partita. Prima della gara il mister ci ha trasformato dandoci quella carica fondamentale per ottenere i tre punti, siamo partiti subito aggressivi e ci abbiamo messo tantissima voglia. Dovrà essere così anche con la Virtus Nettuno, non sarà una partita semplice ma se giocheremo come contro la Tor Tre Teste abbiamo ottime chances di vittoria. Il gruppo c’è e nell’ultimo periodo si è compattato ancora di più. Siamo usciti da una situazione complicatissima infilando dei buoni risultati e per come si era messa all’inizio sarebbe stato difficoltoso anche centrare i play out. Sono convinto che se continueremo con questo spirito alla fine riusciremo a spuntarla. In ogni caso dipenderà tutto da noi”. Infine il giovane attaccante conclude con un accenno sulla prima squadra, attesa dalle ultime tre partite di campionato. “Purtroppo il nostro cammino non è stato quello che ci aspettavamo e dobbiamo farci un esame di coscienza. Proprio per questo nelle ultime tre gare dobbiamo cercare di onorare al meglio la maglia e chiudere nella miglior maniera possibile”.

CONDIVIDI

POST CORRELATI