Delgado: “Un pareggio che ci lascia l’amaro in bocca”

Un pareggio per Solimina al debutto sulla panchina dell’Unipomezia nella trasferta del Castelli con la Pro Calcio Tor Sapienza. Un risultato che lascia l’amaro in bocca alla truppa pometina, che grazie alla rete di Ceccarelli aveva assaporato il gusto della vittoria. A parlare del match di ieri è uno dei leader dello spogliatoio rossoblù, Roberto Delgado: “La partita del Castelli è stata molto combattuta. Eravamo riusciti a passare in vantaggio a fine primo tempo, ma poi nella ripresa abbiamo subìto un gol decisamente evitabile che ci ha costretto al pareggio. È un peccato perché la vittoria ci avrebbe permesso di recuperare terreno su tante squadre considerando gli altri risultati di giornata”. La prima gara di Solimina è quindi terminata col segno X, ed è ancora troppo presto per apprezzare le qualità del nuovo tecnico: “Abbiamo finora fatto due allenamenti con lui ed è troppo poco per vedere i frutti del suo lavoro. Le prime impressioni sono però buone, dà la sensazione di essere un tecnico molto bravo a motivare il gruppo e a tirar fuori il meglio da ogni giocatore”. Nel prossimo turno di campionato l’Unipomezia se la vedrà con la Monti Cimini, in un match da vincere assolutamente: “Ieri a fine partita io e i miei compagni ci siamo guardati negli occhi. Sappiamo qual è il nostro obiettivo, lo abbiamo ben chiaro in testa. Sappiamo che per tenere viva la speranza non ci possiamo più permettere di perdere. Da qui alla fine della stagione ci saranno 18 finali in cui dovremo raccogliere il maggior numero possibile di punti. Poi a maggio tireremo le somme”. Roberto Delgado chiude poi con un saluto: “Ci tenevo a salutare mister Cangiano che si è dimostrato un ottimo allenatore e soprattutto un grande uomo. Volevo fargli i miei migliori auguri per il suo futuro”.

CONDIVIDI

POST CORRELATI