Coppa Italia: Cedial ko ai rigori, Unipomezia agli ottavi

UNIPOMEZIA – CEDIAL LIDO DEI PINI 7-6 dcr

UNIPOMEZIA Florio, Manzelli, D’Ambrosio (28’st Lupi), Cerro, Piccheri (14’st Draghici), Casciotti, Monteforte (6’st Barbarisi), Empoli, Italiano, Valle, Morici PANCHINA Scalibastri, D’Ausilio, Nardini, Sette ALLENATORE Siragusa
CEDIAL LIDO DEI PINI Giordani A., Bressan, Nardi, Trippa, Cirilli, Poltronetti, Frezzotti (12’st Giordani M.), Flamini (17’st Porcari), Russo (33’st Peri), Frasca, Drago PANCHINA Mandolini, Ostaggio, Scuotto, Bonacini ALLENATORE Panicci
ARBITRO Di Matteo di Roma 1
ASSISTENTI De Lorenzo e Tasciotti di Latina
MARCATORI Monteforte 41’pt (U), Trippa 18’st (C)
NOTE Ammoniti Cerro, Flamini, Nardi, D’Ambrosio, Valle, Casciotti, Drago, Frasca, Porcari Angoli 4-1 Rec. 3’pt – 4’st
SEQUENZA RIGORI Porcari (C) alto, Italiano (U) gol, Peri (C) gol, Casciotti (U) parato, Nardi (C) gol, Cerro (U) gol, Cirilli (C) gol, Barbarisi (U) gol, Frasca (C) gol, Lupi (U) gol, Trippa (C) gol, Morici (U) gol, Bressan (C) parato, Empoli (U) gol

Missione compiuta. L’Unipomezia batte il Cedial Lido dei Pini ai calci di rigore e accede agli ottavi di finale di Coppa Italia. La sfida del Comunale si è conclusa con lo stesso 1-1 dell’andata, anche se nell’arco dei 180’ la formazione di Mancini ha mostrato qualcosa in più, meritando il passaggio del turno.

La-proposta-di-matrimonio-di-Luca-Italiano

Il match di ritorno vede i padroni di casa subito propositivi con uno schieramento offensivo e con Cerro ed Empoli in campo dal primo minuto al centro della manovra. I rossoblu gestiscono costantemente l’inerzia della gara, ma il gol che sblocca la parità arriva solo sul finire di prima frazione. Splendida azione tutta di prima sull’asse Valle-Italiano. Il numero nove trova l’assist perfetto per Monteforte, che sorprende la difesa avversaria e da dentro l’area supera Giordani per l’1-0 di metà gara. La ripresa segue lo stesso andamento. L’Unipomezia dimostra di non accontentarsi del minimo vantaggio per evitare il gol del pareggio e allontanare qualsiasi pericolo. Alla prima sortita offensiva, però, il Cedial trova l’1-1. Punizione scodellata in area di Frasca, testa di Trippa e palla in fondo al sacco. I rossoblu non ci stanno, Mancini getta nella mischia Lupi, schierando Morici nell’inedito ruolo di terzino sinistro. Il forcing finale dei padroni di casa non porta i frutti sperati. La spinta di Lupi e compagni si infrange su Giordani e sul muro gialloblu. La gara va così ai calci di rigore. Nei primi cinque le due squadre falliscono un penalty per parte e la qualificazione si decide al settimo tiro dal dischetto. Florio è strepitoso ad intuire la conclusione di Bressan e in tuffo a deviare in angolo. L’ultimo rigore lo calcia Empoli, che non trema, spiazza Giordani e fa volare l’Unipomezia agli ottavi.

Può così partire la festa rossoblu. Una festa allietata anche da un fuori programma. Il nostro Luca Italiano ha infatti chiesto la mano alla sua Giada inginocchiandosi sotto la tribuna, mostrando una maglietta con la proposta, che è stata prontamente accettata. A Luca e Giada i migliori auguri da parte di tutto la famiglia dell’Unipomezia.

CONDIVIDI

POST CORRELATI

Leave us a reply

You must be logged in to post a comment.